Lamiflex per le donne

Luigina Bernini Lamiflex
La forza delle donne

Da sempre, Lamiflex crede nelle donne, apprezzandone e valorizzandone i diversi ruoli che quotidianamente, nel corso di una vita, devono sostenere e portare avanti. Solo le donne sanno quanto è impegnativo essere concentrate ed efficienti sul lavoro e, allo stesso tempo, prendersi cura della propria famiglia.

Le donne sono capaci di sentimenti unici: la comprensione, la fedeltà e la dedizione che si rispecchiano puntualmente nel loro modo di lavorare, nella professionalità. Così come si contraddistinguono per la capacità di essere trasparenti ed avere un senso di appartenenza forte, anche nei confronti dell’azienda in cui lavorano.

Lamiflex è un’azienda che dalla sua nascita e per la sua storia, guarda alle donne come a una risorsa insostituibile e da sempre è sensibile alle loro esigenze, apprezzandone profondamente le spiccate qualità.

“Ho un grande rispetto per il lavoro, per tutte le persone che hanno la fortuna di averlo e di svolgerlo con amore, tenacia, passione. Quando penso al lavoro femminile poi, non ragiono diversamente, ma sono convinta che la diversità che contraddistingue il femminile dal maschile valorizzi ogni ambiente: Lamiflex fa di questo un’eccellenza”, commenta Luigina Bernini, Fondatrice di Lamiflex.


Il Nido di Arianna: un asilo per sostenere le mamme che lavorano

Ogni madre che lavora ha la necessità di sapere che i suoi figli siano in buone mani, soprattutto quando sono molto piccoli. Per questo, Lamiflex finanzia l’asilo nido di Arianna – dal nome di una bimba precocemente mancata di leucemia – sul territorio dove opera, a Ponte Nossa, in Valle Seriana.

Dal 2004, anno in cui il nido è stato aperto, Lamiflex interviene sia con un contributo economico continuativo e puntuale sia per sponsorizzare eventi di particolare rilevanza, come i corsi di formazione per le operatrici.
Lamiflex è uno dei principali sostenitori finanziari dell’asilo nido e i suoi contributi permettono, ogni anno, di abbassare sensibilmente le rette dell’asilo.

Nido di Arianna Lamiflex per le donne

Lamiflex per le donne Harvard

UniBg e Harvard: borse di studio Lamiflex per le studentesse più meritevoli

Chi investe in formazione ha una visione precisa dell’importanza dello studio e delle esperienze formative che ruotano attorno ad esso. Per questo, Lamiflex aiuta le studentesse meritevoli nel seguire percorsi d’eccellenza che, altrimenti, difficilmente riuscirebbero a intraprendere.  L’azienda, infatti, ha aderito al progetto “Adotta un Talento” dell’Università degli Studi di Bergamo, iniziato nell’anno accademico 2010/2011, che prevede:

 

  • l’organizzazione di corsi di laurea magistrale in lingua inglese (Management Engeneering, Management e Finance end International Business, Planning and Management of Tourism System)
  • numerosi e differenziati progetti di ricerca
  • formazione all’estero

 

Lamiflex è divenuta sostenitrice per l’anno accademico 2014/2015, aderendo, in particolare, al progetto “Smarter Citizen”, in collaborazione con l’Università di Harvard. Questa iniziativa prevede un flusso di mobilità fra i due atenei destinato agli studenti meritevoli, all’interno di una collaborazione quadriennale continuativa. Lamiflex ha così contribuito a mandare 4 studentesse meritevoli presso la prestigiosa Università di Harvard per un master specialistico, all’interno di una collaborazione fra i due atenei e gruppi di lavoro ad hoc.

Le testimonianze dirette di alcune studentesse

“La collaborazione con gli studenti di Harvard è stata divertente e istruttiva. Le differenze di lingua e di cultura mi hanno insegnato ad affrontare i problemi sotto diversi punti di vista e a collaborare anche con chi ha un metodo di rielaborazione e studio completamente diverso dal nostro”.

Giulia

“Ho viaggiato e visitato luoghi che altrimenti avrei visto solo in tv. Sono stata ad Harvard e passeggiato nel giardino del MIT.  È stata semplicemente un’esperienza unica e indimenticabile, in cui mi sono messa alla prova in un contesto nuovo e dove ho imparato a guardare un problema da prospettive e con approcci diversi”.

Greta

“L’opportunità di partecipare al progetto di mobilità presso l’Università di Harvard è stata rilevante e arricchente sia dal punto di vista formativo che culturale. Un’occasione unica e irripetibile per visitare e conoscere il prestigioso campus universitario, realtà completamente differente dalla nostra”.

Valeria

 


La squadra vince se è mista: con Confindustria per un progetto sulle pari opportunità

Nel 2009, Confindustria ha realizzato un progetto di ricerca per la promozione delle pari opportunità nelle PMI, una ricerca specifica con il contributo e la partecipazione di Lamiflex per la valorizzazione del lavoro in rosa. I principali ambiti di intervento sono stati:

  • iniziative per riequilibrare la presenza femminile in azienda
  • le politiche “family friendly” finalizzate a facilitare la conciliazione tra impegni professionali e responsabilità familiari
  • iniziative di valorizzazione dei talenti attraverso percorsi di carriera e politiche di gestione delle diversità

Il progetto si è concluso con la diffusione dei risultati attraverso una campagna di comunicazione e sensibilizzazione. Una squadra mista, composta da uomini e donne, offre le migliori garanzie di successo. E per Lamiflex, la sinergia prodotta da sensibilità e punti di vista differenti è una straordinaria risorsa da cui attingere continuamente.

Storia Lamiflex Confindustria

Lamiflex e AIAF Lombardia: insieme contro la violenza sulle donne

Lamiflex e AIAF (Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i minori), hanno unito le loro forze per combattere la violenza sulle donne.

AIAF Lombardia, sezione territoriale di Bergamo, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, nel 2015 ha organizzato per il secondo anno consecutivo, appuntamenti di cultura e di spettacolo, dal titolo “Gli avvocati sono con le donne contro la violenza”, condivisi con la cittadinanza attraverso la promozione e la realizzazione di convegni e momenti di riflessione, volti a informare sul tema della violenza alle donne in ambito familiare.

Di notevole spessore, si è rivelato un incontro tra gli studenti delle scuole medie superiori e i professionisti coinvolti in prima linea (Avvocati, Magistrati, Criminologi) con il fine di sensibilizzare i più giovani sul tema degli abusi familiari e sulle risposte che il diritto può dare in queste circostanze così drammatiche.

×
WordPress Video Lightbox Plugin
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website.
Ok