Case study

Success Story Lamiflex

La messa a punto della soluzione migliore, in grado di rispecchiare esattamente le aspettative del cliente, è testimoniata dai numerosi e continui successi professionali dei team work Lamiflex. Alcuni di questi sono estremamente significativi e permettono di comprendere appieno la grande capacità di “problem solving” dell’azienda.


Frame strutturale per Agusta Westland – settore aeronautico

Le criticità esposte dal cliente riguardavano l’utilizzo di materiali in metallo troppo pesanti e dalle performance insoddisfacenti dal punto di vista della resistenza.
Per risolvere questi problemi, utilizzando l’RTM (Resin Transfer Moulding) tra le varie tecnologie a sua disposizione, Lamiflex ha garantito al proprio cliente la progettazione, la realizzazione e una completa attività di testing del frame strutturale, raggiungendo  i requisiti meccanici richiesti (più leggero e più resistente)


Condotti per aria a bassa pressione e condotti schermati per Agusta Westland – settore aeronautico

Le criticità rilevate dal cliente riguardavano il peso troppo elevato del condotto e le tempistiche, sia di progettazione che di approvvigionamento, troppo lunghe.

Per risolvere questi problemi, utilizzando l’autoclave tra le varie tecnologie a sua disposizione, Lamiflex ha progettato e prodotto condotti ad aria in fibra di vetro e condotti schermati con le compliance richieste in termini di leggerezza, garantendo tempi di progettazione e di modifica estremamente snelli. Il vantaggio principale si è rivelato l’elevata semplicità e ripetibilità del sistema. La tecnica di costruzione del condotto ha permesso, inoltre, di ottenere delle superfici molto lisce che facilitano l’inserimento e l’estrazione dei cavi (nel caso delle canaline schermate).


Tavole in composito per azienda leader mondiale macchine per radiologia – settore medicale

In riferimento al materiale precedentemente utilizzato per le tavole in composito per radiologia, il cliente lamentava la poca trasparenza e la poca resistenza al peso del carico umano.

Per risolvere questi punti critici, grazie all’impiego sia dell’RTM (Resin Transfer Moulding) e dell’autoclave, Lamiflex ha progettato e realizzato un composito specifico, formato da schiuma e fibra di carbonio, ottimizzando sia resistenza che trasparenza. Lamiflex poi effettuata un controllo radiologico, in cabina, su ogni singolo prodotto.


Rulli per stampa flessografica realizzati per azienda leader mondiale del settore – settore rulli

Le esigenze esposte dal cliente si riferivano alla necessità di incrementare la velocità di stampa, al fine di aumentare la produttività, eliminando i difetti di produzione.

Per risolvere questi problemi, Lamiflex ha optato per un lavoro di co-progettazione, calcolo strutturale e utilizzo di tecnologie specifiche (wrapping e filament winding) che ha permesso alla macchina flessografica di essere più veloce e stampare con più qualità. L’eliminazione dei difetti di stampa è stata ottenuta grazie all’aumento della rigidità e alla riduzione del peso.


Rulli per packaging alimentare realizzati per azienda leader mondiale del settore – settore rulli

Le criticità esposte dal cliente riguardavano una “vibrazione” eccessiva che non permetteva l’allineamento corretto del film di accoppiamento, con un conseguente rallentamento del sistema produttivo.

Utilizzando la tecnologia RTM (Resin Transfer Moulding), Lamiflex ha sperimentato con successo un impiego innovativo di un materiale composito per il settore alimentare. La progettazione integrata FEM – CAD/CAM del braccio meccanico ha invece permesso l’eliminazione delle vibrazioni.


Nastri flessibili realizzati per Itema – settore meccanotessile

Le criticità esposte dal cliente riguardavano sia le frequenti rotture dei nastri porta pinza sui telai di nuova generazione, sia la necessità di incrementare le velocità e la resistenza delle meccaniche.

Per risolvere questi problemi, Lamiflex ha ideato e prodotto – utilizzando l’impregnazione a solvente e la pressa multivano, tra le varie tecnologie a sua disposizione – un nastro in materiale composito che ha permesso di aumentare notevolmente la velocità del telaio e la resistenza del nastro stesso.


Racle per impianti di produzione della carta – settore rulli

Una racla di ottima fattura deve garantire: resistenza all’usura, resistenza a temperatura da 200 a 250°C, adesione ottimale interlaminare, elevata rigidità e resistenza trasversale in funzione dei carichi di compressione a cui è soggetta.

Il continuo studio dei materiali e delle formulazioni permette a Lamiflex una costante evoluzione delle racle, in funzione delle richieste specifiche del mercato e dei clienti. In particolare, l’azienda ha realizzato “racle ceramizzate” in fibra di carbonio con prestazioni all’usura superiori allo standard e racle “ad alta Tg” per utilizzo nei settori “Seccherie” dove le temperature funzionali richieste sono fino a 250 °C.


×
WordPress Video Lightbox Plugin
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website.
Ok